Facebook Twitter Google+ RSS YouTube
Perchè le batterie agli ioni di litio perdono efficienza ciclo dopo ciclo? (video)

Perchè le batterie agli ioni di litio perdono efficienza ciclo dopo ciclo? (video)

Avete dispositivi elettronici dotati di batteria? Quasi certamente si tratta di batterie agli...

Stonex ONE, come il OnePlus One, un top gamma a basso costo e in edizione limitata

Stonex ONE, come il OnePlus One, un top gamma a basso costo e in edizione limitata

L'azienda italiana Stonex ha da poco annunciato il futuro lancio di ONE uno smartphone con...

Alcuni metalli per produrre smartphone e tablet a breve potrebbero essere introvabili

Alcuni metalli per produrre smartphone e tablet a breve potrebbero essere introvabili

Nella produzione di oggetti hi-tech, come smartphone, tablet e pc, vengono impiegati alcuni...

Amazon Fire HDX 8.9 Recensione

Amazon Fire HDX 8.9 Recensione

Tra i tablet di fascia alta l'Amazon Fire HDX 8.9 è sicuramente uno dei più sobri. Esteticamente...

Dolmio Pepper Hacker spegne tutti i dispositivi hi-tech per una tranquilla cena in famiglia

Dolmio Pepper Hacker spegne tutti i dispositivi hi-tech per una tranquilla cena in famiglia

Che le nuove tecnologie (smartphone, tablet, console e smart tv) abbiano reso meno semplice...

  • Perchè le batterie agli ioni di litio perdono efficienza ciclo dopo ciclo? (video)

    Perchè le batterie agli ioni di litio perdono efficienza ciclo dopo ciclo? (video)

  • Stonex ONE, come il OnePlus One, un top gamma a basso costo e in edizione limitata

    Stonex ONE, come il OnePlus One, un top gamma a basso costo e in edizione limitata

  • Alcuni metalli per produrre smartphone e tablet a breve potrebbero essere introvabili

    Alcuni metalli per produrre smartphone e tablet a breve potrebbero essere introvabili

  • Amazon Fire HDX 8.9 Recensione

    Amazon Fire HDX 8.9 Recensione

  • Dolmio Pepper Hacker spegne tutti i dispositivi hi-tech per una tranquilla cena in famiglia

    Dolmio Pepper Hacker spegne tutti i dispositivi hi-tech per una tranquilla cena in famiglia

Sostenere, economicamente, blogger e programmatori con Flattr

Flattr

Nel web ci sono miliardi di blog, ed è anche possibile trovare software per quasi qualunque vostra necessità.

Molto spesso quando trovate un sito particolarmente interessante, o un software particolarmente utile, può venirvi la voglia di premiarlo in un qualche modo. Se ci sono dei banner, magari si tende a cliccare su uno di questi, ma in alcuni casi i blogger non scrivono per un ricavo, ma per il puro piacere di diffondere ed i programmatori per il mero piacere di rendere pubblica una loro creautra.

Ecco che un buon modo di sostenerli può essere quello delle donazioni ed è qui che entra in gioco Flattr.

Cos'è Flattr?

Flattr è una piattaforma di micropagamento il cui obbiettivo è sostenere i piccoli blogger.

Come funziona Flattr?

Registratevi a Flattr e decidete una cifra fissa da devolvere mensilmente, anche 2€. Ora navigate liberamente nel web e quando trovate un contenuto di vostro interesse cercate l'icona bottene dona con Flattr e cliccaci sopra. Una parte della somma devoluta andrà al blogger che hai flattrato.

Come viene suddivisa la somma che voglio devolvere?

Immaginiamo di aver deciso di devolvere 2€ al mese. In un mese navigando sul web vi capita di trovare 5 articoli provenienti da 3 siti (immaginiamo 2 dal sito A,2 dal sito B ed 1 dal sito C) che a vostro parere meritano di essere premiati cliccando sul link di Flattr. A fine mese Flattr dividerà il 2€ dando 0.78€ al sito A ed al sito B, 0.39 € al sito C e tenendo 10 centesimi a titolo di copertura spese.

Si tratta certo di un'iniziativa degna di nota e certamente da segnalare, e nell'attesa che pernda maggiormente piede fanno ben sperare i quasi 853 mila click già eseguiti sui suoi link di donazione.

Redazione MrInforamtica.eu
Author: Redazione MrInforamtica.eu
La Redazione di MrInformatica.eu è composta da tre blogger, ai quali si aggiungono amici provenienti dalle più svariate esperienze. Tutti uniti dall'amore per l'informatica, il web e gli smartphone

Raspberry Pi