Facebook Twitter Google+ RSS YouTube
Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

Quando ci si registra su un sito uno dei problemi più comuni è quello di scegliere la password da...

Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

L'allarme lo ha lanciato CheckPoint.com, il 2017 inizia con un nuovo e fastidioso malware per...

Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

Lavabit.com, il noto provider per e-mail criptate salito alla ribalta nel 2013, a seguito dello...

PEC: Attenzione ai virus/malware contenuti negli allegati

PEC: Attenzione ai virus/malware contenuti negli allegati

Dopo alcune segnalazioni pervenuteci da nostri lettori scrivo questo post per evitare che altri...

La truffa delle vendite in Costa D'Avorio

La truffa delle vendite in Costa D'Avorio

La crescita inarrestabile di internet ha portato, inevitabilmente, anche al proliferare di truffe...

  • Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

    Il segreto di una password sicura? Contenuto in una frase

  • Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

    Allarme Malware per Android, nel 2017 arriva HummingWhale

  • Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

    Lavabit.com - Riapre il provider per e-mail criptate

  • PEC: Attenzione ai virus/malware contenuti negli allegati

    PEC: Attenzione ai virus/malware contenuti negli allegati

  • La truffa delle vendite in Costa D'Avorio

    La truffa delle vendite in Costa D'Avorio

L'uso ansioso dello smartphone e la vibrazione fantasma

ragazziSmartphone03Lo Smartphone costituisce, ormai, un oggetto indispensabile nella vita quotidiana.

Più volte al giorno, ci ritroviamo a controllare le notifiche dei social network, le email o le chiamate perse.

Non riusciamo a fare a meno di toccare lo schermo o il pulsante che ci avvisi di qualche notifica.

Questo attaccamento non è salutare per la mente. Alcuni studiosi dell’AsapScience hanno parlato di stress da notifica, individuando 5 momenti fondamentali in cui si svilupperebbe:

  • CREAZIONE DI DIPENDENZA: una percentuale tra il 5 e il 10% degli utenti non riesce a quantificare il tempo trascorso sui social; alcuni esami sul cervello di questi soggetti hanno messo a fuoco che l’organo subisce danni simili a quello di chi fa uso di droghe.
  • DIVENTARE MULTITASKING CON LE APP: siamo in grado di tenere aperte più conversazioni e app contemporaneamente; purtroppo, in questo modo siamo più facilmente distraibili e meno efficienti nell’immagazzinare le informazioni nella memoria.
  • AVERE LA SINDROME DA VIBRAZIONE FANTASMA: l’89% degli utenti sente vibrare in maniera fittizia lo Smartphone una volta ogni 15 giorni; Smartphone e tablet sono costantemente con noi ed il loro utilizzo interferisce con le nostre percezioni.
  • GODERE DEL RILASCIO DI DOPAMINA: quando scriviamo sui social liberiamo la dopamina, produttore di benessere; occorre però scrivere di noi in prima persona.
  • STRINGERE BUONE RELAZIONI INTERPERSONALI: le relazioni nate on line sembrerebbero più solide di quelle off line, perché prima di conoscersi di persona si ha la possibilità di individuare gusti e passioni del nostro amico o partner.

Il consiglio è quello di usare i social in maniera consapevole, in quanto la “pressione di stare dietro alla propria vita sociale espansa dai social network” può condurre, alla lunga, a comportamenti compulsivi, come controllare continuamente il display del telefono e sentire vibrare l’apparecchio quando non avviene in realtà.

Arianna Montemurro
Author: Arianna Montemurro
Nata a Matera nel 1983, nel 2002 si trasferisce a Roma per studiare Comunicazione alla Sapienza. Dopo la laurea trova lavoro in ambito finanziario, ma le sue passioni restano la scrittura e tutto ciò che riguarda il mondo animale. Per questo inizia a sgranocchiare alimenti vegetali, fino ad eliminare completamente carne e derivati. Crede in un mondo cruelty-free, ha un cane che ama alla stregua di un fidanzato, e che coccola di più.

Raspberry Pi

Per offrirti il miglior servizio possibile il sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, ci autorizzi a memorizzare ed accedere ai cookies di questo sito web. Leggi l'informativa